Lavoro Bene Comune

Più di un Blog…

Le B-Corp: Società per il Beneficio Comune

Forse, per una volta, saremo i primi al mondo (dopo gli americani, d’accordo…).

Primi in cosa?

A riconoscere le b-Corp, sempre se la Legge di Stabilità verrà approvata senza modificare il relativo emendamento, già approvato in Senato.

Bene, direte, cosa sono le B-Corp (Benefit Corporation)?

Sono soggetti profit, operano nei settori tipici delle non profit ma possono dividere utili.

Il riconoscimento del loro valore sociale si basa su quel che fanno, non sulla forma giuridica che assume  l’impresa.

L’emendamento alla legge di stabilità ricoprende una proposta presentata dal Senatore Marco Del Barba solo pochi mesi fa (quelli, tra voi, che hanno la tentazione di comparare questi tempi alla lentezza del cammino parlamentare della riforma del terzo settore sono, assolutamente, dei malpensanti…).

Quali sono le caratteristiche principali delle B-Corp?

  1. Sono società che nell’esercizio di una attività economica, oltre allo scopo di dividerne gli utili, perseguono una o più finalità di beneficio comune e operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente, beni ed attività culturali e sociali, enti, associazioni e altri portatori di interesse.
  2. La società benefit deve indicare nell’ambito del proprio oggetto sociale, le finalità specifiche di beneficio comune che intende perseguire.
  3. La società benefit è amministrata in modo da bilanciare l’interesse dei soci, il perseguimento delle finalità di beneficio comune e gli interessi delle categorie indicate al punto 1; anche rispetto a tale obbligo (oltre che rispetto all’obbligo di distribuire utili) si valuta la responsabilità, anche giuridica, degli amministratori.
  4. La Società Benefit allega annualmente al bilancio di esercizio una relazione concernente il perseguimento del beneficio comune, comprendente una Valutazione dell’Impatto generato (qui per nostri articoli sul tema dell’impatto sociale).
  5. Tale valutazione deve venir sviluppata con l’ausilio di società di certificazione esperte e deve comprendere le aree della Governance, dei Lavoratori, degli altri Stakeholder, dell’Ambiente.

Le B-Corp avranno successo, in Italia, come lo hanno negli Stati Uniti?

Vedremo, intanto prendiamo in considerazione e notiamo che le forme di ibridazione (start-up a vocazione sociale, b-Corp, strumenti di impatto investing) nascono con facilità, attirano interesse e giovani preparati mentre le forme tradizionali del non-profit sprecano molto tempo ed energia per difendere rendite di posizione.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: